venerdì 28 dicembre 2012

"DIO, PATRIA E FAMIGLIA": DOMANI MARCELLO VENEZIANI A CALALZO PRESENTA IL SUO ULTIMO LIBRO



“Vorrei parlarvi di Dio, patria e famiglia perché so di parlare delle esperienze che più ci toccano: quella di scommettere o meno su Dio, su una religione fatta anche di pratiche, devozione e storie. Quella di partecipare alla sorte del paese natio, sentirsi legati a una comunità e sentire un luogo come la nostra casa. E infine quella di riconoscere le proprie origini in una famiglia: la propria infanzia, gli affetti più duraturi, le nascite e i lutti”. Da questo parte l’ultimo lavoro del giornalista, saggista e studioso di filosofia Marcello Veneziani, che domani (sabato 29 dicembre) alle 18 sarà in sala consiliare a Calalzo in un incontro promosso dal Comune nell’ambito del programma di eventi culturali. Veneziani presenterà il libro “Dio, Patria e Famiglia dopo il declino”, edito da Mondadori ed uscito in libreria appena due mesi fa. 
Il testo tratta di questi tre valori su cui si fonda la civiltà occidentale ma che ormai stanno finendo nel nulla. Cosa li ha cancellati? Certo, la globalizzazione, un internazionalismo potenziato da tecnica e capitalismo; il materialismo, che ha contribuito a sviluppare l’amore per il mercato e per il consumismo ma, soprattutto, con riflessi diretti sul piano religioso, l’individualismo esasperato di origine liberale, che di per sé ha eliminato ogni aspirazione al Sacro sostituendo alla realtà un mondo di idee astratte e virtuali, confinando l’uomo nella solitudine dopo lo sfilacciamento del legame sociale. “Chi è figlio del proprio tempo presto rimarrà orfano - scrive Veneziani -. Abbiamo perso il cielo sulla nostra testa, la terra sotto i nostri piedi e il sangue dentro il nostro cuore”. Ma negli ultimi capitoli lo scrittore-filosofo lascia uno spiraglio, una possibilità di recuperare alcuni valori da proiettare nel futuro e da cui ripartire. L’incontro con l’autore in sala consiliare a Calalzo è ad ingresso libero e gratuito.

"SOLIDARIETA' CADORINA": DOMANI AIUTATECI A DARE UNA MANO!


Il Cadore si unisce per portare la propria solidarietà a quelle famiglie in difficoltà economica che non possono perciò trascorrere serenamente le Festività. Associazioni ed Enti locali saranno presenti a partire dalla mattinata di domani, sabato 29 dicembre, presso i supermercati della zona; ai volontari, muniti di borse color arancione, si potranno consegnare viveri e generi alimentari a lunga conservazione, che verranno distribuiti a residenti che si trovano in situazione di disagio. L’iniziativa si chiama “Solidarietà Cadorina”, e coinvolge solo per citarne alcuni la Pro Loco di Valle, lo Sci Club di Domegge, i giovani di Lozzo, Gioventù Attiva di Calalzo, i volontari di Pieve e Lorenzago. “Il Comune di Calalzo ha aderito volentieri a questa gara di solidarietà – spiega il sindaco Luca De Carlo -, che non vuol mettersi in concorrenza con altre né sostituirvisi, ma va ad aggiungere un ulteriore tassello alla generosità che le nostre genti di montagna hanno nel Dna e che hanno dimostrato ogniqualvolta ci fosse bisogno di un aiuto concreto. Invito perciò a partecipare all’iniziativa tutti coloro che incontreranno i volontari all’esterno di un supermercato, ben sapendo quanto sia ancor più gravoso affrontare la difficoltà economica durante le Festività, periodo tradizionalmente dedicato alla gioia e all’unione familiare. Da parte mia, ringrazio tutti questi volontari che in una giornata di festa si mettono a disposizione gratuitamente per alleviare il disagio delle nostre famiglie cadorine”.
Tutti i generi alimentari raccolti saranno destinati a famiglie della zona, che verranno segnalate dalle associazioni, dalle parrocchie e dai Comuni in modo discreto e con la giusta sensibilità. A loro sarà distribuito quanto raccolto, approfittando anche dell’organizzazione capillare che l’iniziativa “Solidarietà Cadorina” ha messo in piedi per la giornata di sabato 29 dicembre presso diversi supermercati e ipermercati del Centro Cadore. 

giovedì 27 dicembre 2012

ACCORDO COMUNE-AGENZIA ENTRATE PER SCOVARE I FURBETTI E SEPARARLI DAI CITTADINI IN DIFFICOLTA'

Corriere delle Alpi (cliccare sulla foto per ingrandirla)
Un anno fa il Comune di Calalzo, tra i primissimi in Italia, aveva definitivamente licenziato Equitalia da tutte le riscossioni, sia quelle ordinarie che quelle coattive, con la volontà di attivare un servizio di prelievo fiscale più vicino al cittadino e meno aggressivo. La battaglia del Comune, rimbalzando sui media nazionali, aveva creato una “reazione a catena” tanto da indurre a “de-equitalizzarsi” migliaia di Enti locali, adottando soluzioni in proprio o affidandosi a Servizi esterni come, nel caso di Calalzo, la Comunità montana della Valbelluna. Ora il municipio cadorino fa ancora un passo in più, “nella volontà, chiara fin dall’inizio – spiega il sindaco Luca De Carlo – di distinguere i furbetti dai cittadini realmente in difficoltà, scovando i primi e sostenendo i secondi nel mettersi in regola con le imposte”. (Vedi cliccando qui il videoservizio di Antenna3)
Il Comune ha appena firmato un protocollo d’intesa con il Direttore regionale dell’Agenzia delle Entrate Giovanni Achille Sanzò, con cui il l'Amministrazione calaltina collaborerà in casi di presunte situazioni di comportamenti elusivi/evasivi del fisco nei settori del commercio, dell’urbanistica, del patrimonio immobiliare, delle residenze, o di disponibilità di beni indicativi di capacità contributiva. I proventi della lotta all’evasione spetteranno, come da decreto 78/2010, interamente al Comune.

venerdì 21 dicembre 2012

RASSEGNA STAMPA: BONUS SOCIALI PER 15.000 EURO A CALALZO

Ecco gli articoli usciti oggi su Gazzettino e Corriere delle Alpi riguardo i nostri interventi sociali approvati nell'ultima Giunta. per leggere gli articoli cliccare sulle immagini.
Corriere delle Alpi


giovedì 20 dicembre 2012

COMUNE "BABBO NATALE": STANZIATI OLTRE 15.000 EURO PER INTERVENTI SOCIALI


Il Comune di Calalzo veste i panni del “Babbo Natale” e nell’ultima Giunta prima delle Festività stanzia oltre 15.000 euro tutti per interventi a famiglie ed associazioni. “E’ il Sociale del fare – commenta soddisfatto il sindaco Luca De Carlo -, cui provvediamo interamente con fondi nostri, frutto di una oculata gestione del Bilancio che oggi ci permette di attuare interventi a sostegno delle associazioni, degli studenti universitari, delle famiglie con neonati, dei cittadini in difficoltà. Posso dire, e a certificarlo ci sono i numeri, che in quest’anno abbiamo addirittura aumentato le azioni a tutela delle fasce sensibili di popolazione, cercando di coprire tutte le esigenze che ci sono state segnalate”.
Il Comune ha scelto infatti di confermare anche per il 2012 un contributo di 2.000 euro per il Bonus bebè, che ormai da 3 anni viene destinato ai neo-genitori. La novità più consistente è però l’istituzione di un nuovo Bonus, che a breve verrà messo a bando, che stanzia 3.000 euro a sostegno dei ragazzi che frequentano l’Università fuori sede e debbono sostenere esborsi considerevoli per libri, affitto, bollette. “E’ un contributo che non abbiamo mai attivato prima – precisa De Carlo – ma crediamo sia comunque un aiuto per le famiglie e per i ragazzi, visti i costi che comportano le locazioni, l’acquisto dei testi e i generale la frequenza dell’Università. A breve sarà emesso il bando per l’assegnazione delle risorse”.

giovedì 13 dicembre 2012

PDL BELLUNESE IN CRISI, RISCHIA DI PERDERE PEZZI. L'ARTICOLO DEL "CORRIERE" DI IERI

Ecco l'articolo dal Corriere delle Alpi di ieri in merito alla situazione del Pdl.
Pdl in crisi, il direttivo rischia di perdere pezzi
Le primarie annullate e il ritorno di Berlusconi hanno diffuso il malcontento e c’è chi pensa di andarsene. De Carlo: «Non capisco e non mi adeguo»
di Irene Aliprandi - «Quasi quasi me ne vado». È crisi piena all’interno del centrodestra e a palesare il malcontento, ormai, non sono più solo alcuni elettori. Dopo il ritorno di Silvio Berlusconi anche una parte della classe dirigente si trova a dover gestire un imbarazzo che per alcuni sta diventando l’anticamera per l’abbandono del Pdl. Il susseguirsi di colpi di scena impedisce a molti di fare un’analisi completa della situazione e alcuni non hanno ancora il coraggio di uscire allo scoperto, ma è solo questione di tempo e la diffusione del disagio è ben nota ai dirigenti locali del partito. Il coordinatore provinciale Stefano Ghezze, pur essendo all’estero, sente l’aria: «È evidente che l’evoluzione interna al partito sta causando atteggiamenti di imbarazzo, tutti vorrebbero capire cosa succederà, ma in questo momento mancano gli elementi. Non abbiamo nessuna certezza. In questi giorni ho numerosi contatti con i tesserati che vogliono sapere dove arriveremo. Quando le bocce saranno ferme il coordinamento provinciale potrà discuterne e valutare, poi ognuno prenderà le sue decisioni».

WEEKEND DEDICATO AGLI ALPINI A CALALZO

Un weekend tutto dedicato agli Alpini quello che sta per iniziare a Calalzo. Domani e sabato sono previsti due appuntamenti che rievocheranno la figura di Camillo De Carlo e la consacrazione della Chiesetta degli Alpini intitolando due nuove piazzette.
Domani sera, venerdì 14 dicembre, alle 21 in sala consiliare si terrà l’incontro “Piave 1918: forca o gloria? Camillo De Carlo eroe della Grande Guerra”, a cura di Guglielmo De Bon e Pierluigi Bergamo con introduzione del sindaco Luca De Carlo. Sabato invece ricorre il 90° della Sezione Ana Cadore e il 500° della Chiesetta degli Alpini in località Orsina. Il ritrovo sarà dalle 16.30 alla Chiesetta, dove sarà ricordata la lunga storia dei cinque secoli della pieve gotica. A seguire, in centro paese saranno effettuate le intitolazioni di due piazzette: la prima ai fratelli Fanton, cui è dedicato il Gruppo Ana di Calalzo, e un’altra a Camillo De Carlo, medaglia d’oro al valor militare, i cui resti in futuro saranno tumulati (come da suo desiderio) nella chiesetta degli Alpini. Alle 18.15 si svolgerà una sfilata fino alla chiesa parrocchiale di San Biagio, dove sarà celebrata la messa di Natale per gli Alpini.

RASSEGNA STAMPA: A SCUOLA DI AMMINISTRAZIONE...

Ecco gli articoli di Gazzettino e Corriere delle Alpi sulla nostra Scuola di amministrazione e di politica partecipata. Per ingrandirli, cliccare sulle immagini.
Corriere Alpi
Il Gazzettino di Belluno

mercoledì 12 dicembre 2012

A SCUOLA DI AMMINISTRAZIONE: A CALALZO INCONTRI DI PARTECIPAZIONE POLITICA

Un progetto di partecipazione attiva che toccherà tutti i temi della vita amministrativa di un municipio, dal bilancio alla comunicazione, dalla realtà associativa alla redazione delle delibere e degli atti. “Finalmente quanto ho più volte richiesto alla Magnifica e ad altri Enti, può diventare realtà nel mio Comune – spiega Luca De Carlo, sindaco di Calalzo -. Lo attueremo con fondi nostri, circa 1000 euro, ma apriremo questo progetto a tutti i giovani e meno giovani che vorranno imparare prima di impegnarsi nell’amministrazione del territorio. Credo oggi che la conoscenza della macchina municipale sia indispensabile per non affrontare il proprio servizio con qualunquismo e pressappochismo. Sono queste, a parer mio, le principali carenze: l’impegno e la volontà non bastano, serve formazione concreta e non teorica su ciò che comporta la vita amministrativa. Per me questo percorso a Calalzo è un sogno che si realizza a vantaggio di chi, in un prossimo futuro, ci succederà alla guida del Comune”.
Il progetto prevede una serie di incontri dialogati, “non lezioni scolastiche – specifica De Carlo – ma un approfondimento pratico di alcune tematiche, perché siano da subito comprese grazie anche a chi le ha precedentemente vissute e affrontate”. In calendario, quindi, un primo incontro sul funzionamento del Municipio tenuto da un Segretario comunale, “per evitare che si straparli di amministrazione senza conoscerla”. A seguire, uno sul Bilancio dell’Ente con la Responsabile Finanziaria del Comune, “incentrato su come, quanto e cosa si può spendere, i vincoli statali, i rendiconti, le tempistiche, le opportunità di contributo”. Un terzo incontro riguarderà la comunicazione, “perché, come diciamo sempre, un atto non è completo finchè non è comunicato a chi ne è destinatario, cioè il cittadino. Questo non è certo a favore del sindaco o della Giunta, ma dell’utente che può sfruttare alcune opportunità proprio perché ne viene messo a conoscenza”. Infine, si svolgeranno dialoghi con amministratori di diversi livelli, e con la realtà associativa di centri sociali di destra e di sinistra che interagiscono con i Comuni.

sabato 8 dicembre 2012

NUOVO BANDO PER IL SOSTEGNO NEL PAGAMENTO DELLE BOLLETTE, IL NOSTRO SOCIALE DEL FARE

“Quando la crisi morde in maniera più dura, noi allarghiamo il nostro sistema di welfare comunale, andando ad intercettare anche chi, per carattere o dignità, non manifesta le proprie difficoltà. Aiuteremo quindi i calaltini, residenti in paese da almeno 5 anni, a pagare le bollette, intervenendo con 4.000 euro nonostante i tagli pesanti dal Governo che quest’anno ammontano a 143.000 euro”.
Il sindaco di Calalzo Luca De Carlo annuncia così l’apertura di un Bando per il pagamento delle utenze domestiche, che offrirà la possibilità di ricevere un contributo massimo di 200 euro a 20 famiglie residenti con reddito Isee inferiore a 15.000 euro.
“Due anni fa ci eravamo concentrati sulle famiglie con 2 figli; oggi vogliamo aprire il Bando anche a quelle persone che hanno perso il lavoro o si trovano pur momentaneamente in stato di difficoltà, magari anziani su cui le bollette pesano eccome. Sappiamo che molti per dignità non sono abituati a chiedere, ma per questo contatteremo le nostre associazioni per intercettare anche le situazioni più nascoste e silenziose”.
È il sociale del fare, quello che arriva dopo l’approvazione del Regolamento del settore ad inizio mandato. Allora ci eravamo ripromessi che non restasse carta morta, ma di dargli attuazione concreta riempiendolo di azioni e di contenuti. È anche l’ennesima dimostrazione che un welfare serio non si basa sull’assistenzialismo generico, ma sull’individuazione di esigenze specifiche anche temporanee da supportare”.
“Non è questa la prima occasione in cui lo attestiamo – dice De Carlo -. Precedentemente a questo Bando siamo intervenuti su diverse fasce di popolazione: dal Bonus bebè al Bonus libri al contributo per il trasporto scolastico. Abbiamo poche risorse e siamo un Comune piccolo, ma questi 4.000 euro ricavati dal già magro Bilancio vogliamo dedicarli a un importante strumento di welfare anticrisi e anti-spopolamento, destinato come da Statuto a chi si è legato in maniera più forte al territorio”.
Il Bando, che sarà aperto nei prossimi giorni dandone adeguata comunicazione nel sito del Comune e nel blog del sindaco, prevede che si possa richiedere il contributo allegando alla domanda le bollette da ottobre 2012 ad aprile 2013. Ad essere finanziati saranno i primi 20 in graduatoria, con precedenza al più basso reddito Isee.

venerdì 7 dicembre 2012

CRISI DI GOVERNO, SERVE UN NUOVO CENTRODESTRA

Le mie dichiarazioni di oggi ad Antenna3 sul centrodestra e la necessità di un rinnovamento deciso. Se il video non fosse visibile, cliccare qui.

SAN NICOLO' A CALALZO, IL VIDEO DI TELEBELLUNO

Il servizio di Telebelluno sul San Nicolò a Calalzo! Immagini di Videoservice Domegge (se non fosse visibile qui sotto, visualizzare il video qui)

venerdì 30 novembre 2012

PRIMARIE MANCATE, UN COLPO DI STATO DA CHI HA PAURA DELLA DEMOCRAZIA

Il Pdl annulla le primarie previste per il 16 dicembre. Ecco i servizi di Antenna3 e Telebelluno in merito alla mia disponibilità di organizzare almeno le primarie provinciali per scegliere i candidati al Parlamento.



giovedì 29 novembre 2012

PRIMARIE ANNULLATE, ALMENO FACCIAMO LE PROVINCIALI. FIGURACCIA CHE GLI ELETTORI NON DIMENTICHERANNO

“In un momento in cui domina l’antipolitica coi suoi slogan e il Pd è capace di mettere in scena Primarie da 3.100.000 elettori, il Pdl decide di annullare ogni consultazione popolare. Una figuraccia che non solo non mi trova d’accordo, ma che gli elettori non dimenticheranno facilmente. La gente vuol scegliere, anche i propri rappresentanti al Parlamento. Chiedo perciò al Coordinamento provinciale di organizzare autonomamente entro il 20 gennaio le primarie del Pdl bellunese. Sono a disposizione per questo scopo, preoccupato che in caso contrario il partito perda anche quello zoccolo duro che nel tempo ha mandato giù scandali, comportamenti inadeguati, casi di malagestione, solo perché ancorato a valori di centrodestra”.
Così il sindaco di Calalzo Luca de Carlo dopo aver appreso che il Pdl ha revocato le primarie previste per il 16 dicembre per scegliere il candidato premier. “E’ una sconfitta per la democrazia, e per chi vuole riappropriarsi della vera politica. Da giugno nel Pdl era in atto un tira e molla tra primarie sì e primarie no, e adesso vengono annullate con la scusa che è troppo tardi. Siccome non ho il Dna da suddito, dico senza problemi che quanto successo dimostra come l’attuale Pdl sia una oligarchia chiusa a cambiamento e rinnovamento, che la voce dei giovani e della Meloni sia minoritaria nell’apparato di partito ma maggioritaria nel Paese reale. Non condivido la decisione del partito, ma credo che a livello territoriale non sia tutto perduto e si possa comunque raccogliere consenso organizzando le Primarie provinciali. Mi metto a disposizione del coordinatore Stefano Ghezze per questa consultazione attorno al 20 gennaio, e lo faccio fin da subito, cosicché ancora una volta come scusa non si possa addurre che è ormai tardi”.

mercoledì 28 novembre 2012

PRIMARIE PDL, IL MIO DNA NON E' DA SUDDITO!

Il servizio andato in onda ieris era nel tg di Antenna3 Belluno in merito alle mie dichiarazioni sulle Primarie Pdl dopo il direttivo di lunedì sera. Se non fosse visibile il video qui sotto, cliccare qui per visualizzarlo e scaricarlo dal mio canale Youtube.

lunedì 26 novembre 2012

UN REGALO PER VOI... SABATO SERA 1° DICEMBRE A CALALZO


Dopo la “prima” di Belluno e gli appuntamenti di Padova e Feltre, la “carovana dei Santi” arriva a Calalzo: sabato sera 1° dicembre in sala consiliare il grandissimo Antonio Fiabane presenterà, in versione acustica, il suo disco “Riconosci i tuoi Santi”. Da “Rita” a “Lascia stare i cantanti”, Fiabane eseguirà i suoi brani più belli, accompagnato dal pianoforte e dalla fisarmonica di Alberto Mambrini, dalle percussioni di Moreno Dal Farra e dal violoncello di Teresa Pante. L’ingresso è libero e gratuito, si inizia alle 21. Un regalo per tutti i calaltini... venite a sentirlo, ne vale veramente la pena!!!

venerdì 23 novembre 2012

PATTO DI STABILITA', DIMISSIONI DI MASSA? LA MIA OPINIONE

Nel servizio di Antenna3, andato in onda nel tg Belluno di ieri sera, la mia opinione sulla protesta dei sindaci contro il Patto di stabilità.

giovedì 22 novembre 2012

"LA VOCE DELLE ISTITUZIONI": RIVEDI LA MIA INTERVISTA

Ecco la puntata de LA VOCE DELLE ISTITUZIONI andata in onda martedì 20 novembre con me ospite. Chi non vedesse il video sottostante lo può scaricare cliccando qui.

mercoledì 21 novembre 2012

"PERDIPIAVE" A CALALZO... RIVEDI LA PUNTATA!

Pubblico qui sotto il video con l'ottava puntata di Perdipiave, il viaggio controcorrente di Lele Marcassa e Checco Maino dalla foce alle sorgenti del fiume Piave. Un viaggio a piedi alla scoperta di luoghi, cultura, storia, personaggi noti e meno noti, enogastronomia e folclore del Veneto lungo il fiume sacro alla Patria. Questa puntata, che contiene immagini da Lagole e Rizzios (dal minuto 7'45"), è stata trasmessa da Antenna3  lunedì 19 novembre. Per info si può vedere il sito www.perdipiave.com. Se non fosse ben visibile il video sottostante, cliccare su questo link.

giovedì 15 novembre 2012

LE "BUONE PRATICHE" DI CALALZO PRESENTATE AL "FORUM GIOVANI" DI MEZZOLOMBARDO (TN) A 300 STUDENTI!


Il Comune di Calalzo tra le “buone pratiche” per quanto riguarda gli spazi per i giovani nella Pubblica Amministrazione. Il sindaco Luca De Carlo relazionerà domani a Mezzolombardo (Trento) in una due-giorni organizzata dalla Consulta Giovani locale, dal Progetto Giovani “Ritorno al Futuro” e dalla Provincia autonoma di Trento, con il titolo “Chi ci ha ridotti in questo Stato?” (vedi qui di cosa si tratta).
“Io e altri quattro amministratori afferenti ad Avviso Pubblico – spiega De Carlo – descriveremo ai ragazzi le nostre esperienze, gli elementi qualificanti che riescono a fare spazio ai giovani, a valorizzare le loro competenze e i loro desideri, a creare opportunità, a favorire la loro partecipazione democratica alla vita della comunità locale. Non sono necessarie formalità o scimmiottamenti di ciò che fanno gli adulti, a Calalzo non l’abbiamo mai fatto: abbiamo dato spazio negli anni ai ragazzi e alle loro progettualità attraverso i bandi di Gioventù attiva e Gioventù Protagonista, educandoli al volontariato come strumento per combattere la cultura dello sballo e per sfruttare al meglio il proprio tempo”.

mercoledì 14 novembre 2012

NUOVA RACCOLTA PER IL VETRO DALLA PROSSIMA SETTIMANA!


Pagina 1
Pagina 2
Da giovedì 23 novembre avrà luogo la nuova raccolta del vetro su tutto il territorio comunale per le cosiddette "grandi utenze" (per lo più operatori commerciali).
Sono in via di consegna i bidoni blu per il porta a porta; vanno esposti e trattati come descritto da questo volantino, così da agevolare Ecomont nel ritiro del materiale nei giorni prefissati.
Per visualizzare il volantino, cliccare sulle immagini a lato che si apriranno ingrandite e leggibili.


martedì 13 novembre 2012

SENZA CANONI IDRICI PROBLEMA GESTIRE IL TERRITORIO. FONDI BIM: MENO CULTURA E PIU' TERRITORIO!

Pubblico il video della mia intervista ad Antenna3 dopo il maltempo che a San Martino ha colpito anche il Bellunese. La mia proposta è chiara: oggi i canoni idrici non sono più a disposizione dei Comuni perchè servono a tenere in vita l?Ente Provincia. In questo modo non abbiamo risorse per prevenire il dissesto idrogeologico. A questo punto utilizziamo allo scopo i fondi del Consorzio BIM: meno cultura e più cura del territorio! (Se il video sottostante non fosse visibile, visualizzarlo cliccando qui)

lunedì 12 novembre 2012

MALTEMPO A CALALZO, LA SITUAZIONE OGGI. FOTO E VIDEO

Il giorno dopo le grandi piogge di San Martino che hanno interessato anche Calalzo, facciamo il punto della situazione. A Lagole è franata l'area con la scaletta di collegamento tra i laghetti: sarà necessario ripristinarla. Abbiamo chiuso anche la strada della Molinà (vedi qui e qui le due ordinanze), a causa del forte pericolo nelle adiacenze della Centrale Enel. Sempre tra la Molinà e la Centrale, è stato completamente eroso il punto fuoco con la spiaggetta realizzato dai VIP, e la riva stradale è ceduta: servirà un lavoro consistente di ricostruzione della sponda, non appena il torrente tornerà alla situazione normale. L'alveo della Molinà oggi è pieno di alberi e ramaglie; non c'è stato l'effetto-diga solo perchè la velocità dell'acqua era tale che le piante non sono rimaste di traverso. Avremo bisogno comunque al più presto delle autorizzazioni per rimuovere i detriti dall'alveo, cosa di cui ci occuperemo appena possibile. In zona Caravaggio, infine, destano un po' di apprensione le sponde della Molinà.
Sono preoccupato comunque per eventuali frane di qui in avanti: oggi non si è mosso nulla, fortunatamente, ma attendiamo la gelata e il disgelo, vigilando su una roccia fragile e friabile che potrebbe dare problemi. Resto fortemente in ansia per le modalità con cui potremo intervenire, al di là dei volontari che si sono già dati da fare in altre occasioni dimostrandoci la loro disponibilità. Non ci sono allo stato attuale le risorse e non possiamo sperare sempre nei Forestali che finora hanno fatto miracoli (per questo li ringrazio di cuore a nome di tutta la comunità). Mancano i fondi del Demanio idrico in teoria destinati alla prevenzione del dissesto idrogeologico: mesi fa avevo lanciato l'allarme (vedi qui l'articolo riguardo al mio appello), e proprio a situazioni come quelle attuali mi riferivo! Adesso qualcuno, che allora mi criticò, si assuma la responsabilità della situazione...
IL VIDEO: l'attuale situazione della Molinà
video
Ecco anche le foto della situazione di oggi. Per ingrandirle in formato originale, cliccare su ogni singola immagine.
Spiaggetta e punto fuoco dei Vip
Strada dalla Molinà a centrale Enel

Qui c'era il punto fuoco dei Vip

La chiusura alla Molinà

Scala franata tra Chalet e laghetti

Detriti vari nel lago

domenica 11 novembre 2012

IL MALTEMPO A CALALZO... ECCO LE IMMAGINI

Pubblico alcune foto riguardo alla situazione del maltempo a Calalzo. In queste ore continua a piovere, ma per ora non si manifestano danni rilevanti, se non uno smottamento a lato della strada verso l’Enaip (prima di dove abbiamo collocato le reti paramassi) e all’altezza del ponte di Rizzios dove l’acqua ha eroso le sponde. Ho deciso di chiudere la strada verso il Chiggiato perché l’acqua correva pericolosamente sulla carreggiata: per fortuna non vi si sono verificate frane, anche perché in estate assieme ai Forestali abbiamo messo in sicurezza una frana importante. Allora qualcuno polemizzò per l’interruzione della strada; ora vediamo che la nostra scelta fu lungimirante e più che opportuna. Quanto al Rio de Vedessana, è attualmente ingrossato ma non preoccupante pur avendo portato a valle dei sassi. Idem per la Molinà, che non desta apprensione. Gli operai Enel stanno controllando le prese; alla Diassa, dove nel 2009 eravamo intervenuti con 500.000 euro per un lavoro di regimazione, la sponda ha tenuto. Mai come nei momenti di emergenza si vede chiaramente come sia fondamentale operare ogni anno in diversi punti a seconda delle risorse disponibili, in collaborazione coi Servizi Forestali.
La mia preoccupazione è per la gestione del “dopo maltempo” e dei danni, dato che i proventi dai canoni idrici sono utilizzati per mantenere in vita l’Ente Provincia. Dobbiamo accontentarci di “pala e pic”… altri fondi non ne abbiamo. (aggiornamento delle ore 18.00. Per ingrandire le foto cliccarci sopra)
Foto 1
Foto 2
Foto 3
Foto 4

Foto 5

Foto 6

venerdì 9 novembre 2012

CALALZO SU LA7... LA MIA INTERVISTA

Nel video qui sotto potete vedere (a partire dal minuto 41'40") la mia intervista e le splendide immagini girate in paese e a Rizzios da La7, per il programma "L'aria che tira" andato in onda oggi 9 novembre. Se non fosse visibile potete scaricarlo facilmente a questo link, le immagini sono sempre a partire dal minuto 41'40". 

Qui sotto invece ecco l'intervista uscita su "Il Corriere delle Alpi" di oggi. per visualizzare l'immagine ingrandita, basta cliccarci sopra. Buona lettura!


NASCONO I "LIBERI SOGNATORI": NEL MANIFESTO PRIMARIE, PREFERENZE, LISTE PULITE, LIMITE MANDATI E TAGLIO VITALIZI


Corriere delle Alpi - 10.11.2012
“La politica non è sinonimo di malaffare ma servizio appassionato al proprio paese o città. Perciò oggi, proprio quando sognare sembra più difficile, dobbiamo restituire ai cittadini il diritto ad una nuova classe dirigente che parta da questi pilastri: primarie sempre, voto con le preferenze, liste senza condannati, limite di due mandati, tetto massimo di retribuzione, abolizione di vitalizi e privilegi”. Il sindaco di Calalzo Luca De Carlo annuncia così la nascita anche a Calalzo e nel Bellunese dei “Liberi Sognatori” (vedi qui sopra o a questo link il servizio di Antenna3 del 9/11) movimento del tutto estraneo ai partiti che punta a restituire, nel periodo di massimo picco dell’antipolitica, dignità e credibilità alla politica italiana attraverso la partecipazione popolare. Il Movimento, oggi, viene presentato ufficialmente a Firenze sotto la Loggia dei Lanzi ed ha già diverse adesioni spontanee in varie province, tra cui Belluno.

mercoledì 7 novembre 2012

CICCHETTIAMO, TUTTE LE FOTO!!!

Ecco tutte le foto, 
visibili e scaricabili, 
scattate a 
Cicchettiamo2012 
dalla nostra fotografa 
Silvia Giacomelli
Per visualizzarle,
buona visione!!!

martedì 6 novembre 2012

LA MIA INTERVISTA A "RADIO IES ROMA" SU EQUITALIA...

Ecco la mia intervista a Radio IES Roma durante il programma Ouverture, in merito alla nostra decisione di "licenziare" Equitalia per le riscossioni. Visto quanto sta accadendo in questi giorni, col Governo che sta tentando di costringere i Comuni a non disdire i contratti con la società, credo siano considerazioni da ascoltare...

lunedì 5 novembre 2012

IL GOL BELLISSIMO DI MIO PAPA'... NEL 1967

Correva l'anno 1967, era l'11 ottobre, e a Belluno si disputava la quarta edizione del trofeo di Longarone in memoria delle vittime del Vajont. La finalissima quell'anno era tra il Calalzo e il San Giorgio (finita 2-0 per Calalzo)... il primo gol nel servizio,  tratto da un filmato dell'archivio Rai (immagini di Ernesto Da Deppo), è di mio padre Ilvio... Guardatelo qui sotto, ne vale la pena (o scaricatelo qui).

ALTRE DUE INIZIATIVE PER I NOSTRI GIOVANI...


Il Comune di Calalzo mette un altro tassello nel Progetto “Gioventù attiva”, che da un anno e mezzo ha creato una rete di giovanissimi volontari pronti a darsi da fare per il paese e a dedicargli tempo prezioso. “Abbiamo deciso – spiegano il sindaco Luca De Carlo e l’assessore Antonio Da Col – di proseguire nell’opera di contrasto alla cultura dello sballo, motivo per cui è nato il Progetto, l’ennesimo della nostra amministrazione a vantaggio dei ragazzi calaltini. Gioventù Attiva può oggi vantare una rete di decine di giovani, per lo più delle scuole superiori e dell’Università, che hanno deciso che il volontariato in paese è il modo migliore per rendersi utili senza buttare il loro tempo in sballi di gruppo, in pomeriggi alcolici o cadendo nell’uso di stupefacenti. Alla nostra opera di educazione e di coinvolgimento di questi ragazzi, oggi si aggiunge un altro tassello: regaleremo loro l’ultimo libro di Beppe Severgnini, ‘Italiani di domani’, e sottoscriviamo l’abbonamento a ‘Il giornale di San Patrignano’ che sarà a disposizione in Biblioteca di tutti gli adolescenti. Li invitiamo a leggerlo con assiduità”.

domenica 4 novembre 2012

IL VIDEO DI TELEBELLUNO SUL NUOVO CAMPO SINTETICO A CALALZO

Ecco il servizio di Telebelluno sull'inaugurazione del campetto in erba sintetica a Calalzo! Chi non lo visualizzasse qui sotto, può vederlo e scaricarlo a questo link.

venerdì 2 novembre 2012

CICCHETTIAMO, ARTICOLI, FOTO, SMS... DA LEGGERE

Corriere delle Alpi - 2.11.2012
Il Gazzettino - 3.11.2012
Grandissimo successo anche quest'anno per Cicchettiamo, che ha richiamato a Calalzo circa 1.000 persone nonostante la pioggia e il vento. Il grande impegno del Comune, del Gruppo Natura e dei ristoratori è stato decisamente premiato, regalando anche quest'anno ai nostri visitatori una serata di Ognissanti secondo tradizione e lontana dalle americanate che non ci appartengono. Ecco alcuni sms ricevuti dai baristi dopo il mio in cui chiedevo loro l'andamento della serata: "Ciao Luca, nonostante il tempo abbiamo lavorato molto bene e c'è stata bella gente... Mi dispiace solo che il sindaco non si faccia vedere nella parte bassa :)"... e ancora: "Benissimo! Sono ko ma contenta!", "Tutto bene direi!", "Molto bene grazie! E' stata proprio una bella serata". Da parte mia ringrazio per l'entusiasmo e la passione tutti coloro che hanno lavorato al buon andamento della serata! Ecco alcune foto dell'evento pubblicate al sito del Corriere delle Alpi: per visualizzarle cliccate qui

mercoledì 31 ottobre 2012

PRIMARIE, MEGLIO TARDI CHE MAI...

Ecco l'articolo dal Corriere delle Alpi di oggi sulla possibilità delle Primarie di centrodestra in provincia di Belluno. Meglio tardi che mai... (per leggere l'articolo cliccare sulla foto)

"CICCHETTIAMO" TORNA STASERA: IL VIDEO DI ANTENNA3

Ecco il servizio di Antennatre sulla serata diOgnissanti a Calalzo e la nostra iniziativa "Cicchettiamo" giunta alla quarta edizione. Chi non lo visualizzasse nello spazio sottostante, clicchi qui.

venerdì 26 ottobre 2012

BONUS TRASPORTO STUDENTI: ECCO COME OTTENERLO


Anche quest'anno il Comune di Calalzo integra il contributo del Consorzio BIM a favore delle famiglie per il contenimento della spesa legata al trasporto studenti, stanziando 4.500 euro (delibera 62 del 19/9/2012). Il sostegno è rivolto a tutte le famiglie degli studenti residenti in Comune di Calalzo che frequentino le Scuole Superiori, in base alle seguenti fasce cui andrà aggiunto il contributo comunale:
* fascia 1 (km 0-5) € 0
* fascia 2 (km 5,1-10) € 40
* fascia 3 (km 10,1-20) € 43
* fascia 4 (km 20,1-30) € 47
* fascia 5 (km 30,1-40) € 78,0
* fascia 6 (km 40,1-50) € 110
* fascia 7 (km 50,1-75) € 134
* fascia 8 (km 75,1-100) € 193
* fascia 9 (km 100,1-150) € 270
La fascia 9 si applica anche a quegli studenti che dimorano presso il Comune sede dell'istituto scolastico che frequentano. La domanda si presenta compilando il modello on-line disponibile cliccando qui. Le domande dovranno essere inserite entro il 28/12/2012. Ai fini della liquidazione del contributo dovrà essere esibito all'ufficio protocollo del  Comune di Calalzo (entro il 28/12/2012) l'abbonamento annuale o la copia di almeno tre mensilità.

mercoledì 24 ottobre 2012

IL PDL VENETO APRE ALLE PRIMARIE!!!

Ecco il servizio di ieri sera (Antenna3) in cui il capogruppo Pdl in Regione ed io ribadiamo la volontà di fare delle Primarie per le liste dei candidati alle elezioni. Se non si visualizzasse il video qui sotto, cliccare a questo link.

COMUNI PIU' GRANDI CADORE PIU' FORTE. LA MIA VISIONE


Pubblico l'articolo uscito oggi sul Gazzettino di Belluno, che dà il mio punto di vista sulla questione dell'accorpamento dei Comuni del Cadore. Per leggerlo dall'immagine, cliccare sulla foto che si visualizzerà ingrandita.
Dimezzare i comuni. Da 22 a poco più di una decina. Ovvero la nuova geografia del Cadore. Magie rese possibili dall'accorpamento. Mentre rischiano di evaporare i confini della Provincia di Belluno e l'accorpamento con Treviso è lo spauracchio di tanti bellunesi, un altro tipo di accorpamento stuzzica le idee del Cadore. Unione di comuni che si traduce in unità del Cadore. La ricetta di Luca De Carlo, sindaco di Calalzo. «Una riorganizzazione è necessaria - afferma il sindaco -. La mala gestione di uno Stato che mangia molto di più di quanto produce rappresenta una cambiale piombata sulle nostre teste. Abbiamo il dovere di effettuare scelte importanti, che vadano nella direzione di uno Stato più snello, che sappia intercettare i bisogni della gente». Come? Partendo dalle strutture. «Dobbiamo cominciare dal basso - continua De Carlo -. La riorganizzazione deve partire dalle amministrazioni comunali, accorpando comuni omogenei e rendendo più efficienti i servizi. E poi dando vita a macroaree». 

martedì 23 ottobre 2012

LA FESTA DI "AVVISO PUBBLICO" A PADOVA... ECCO IL PROGRAMMA DEI TRE GIORNI

Dal 25 al 27 ottobre 2012, a Padova, si svolgerà la quarta edizione della Festa nazionale di Avviso Pubblico (associazione cui il Comune di Calalzo aderisce) dal titolo “LEGALITÀ ORGANIZZATA. Scuole, imprese, associazioni, enti locali in rete... Prevenire e contrastare le mafie al tempo della crisi”. Saranno tre giorni di incontri e iniziative sui temi della lotta alle mafie e della promozione della cultura della legalità. Cliccando qui trovate il programma delle tre giornate con tutti gli incontri, gli orari e i relatori. Vi invito a partecipare, per quanto possibile, perchè credo che si tratti di una prospettiva interessante ed attuale anche per il Veneto. Ai vari incontri realzioneranno personalità come don Luigi Ciotti, i campioni sportivi Alex Zanardi e Rossano Galtarossa, il ministro Francesco Profumo, il procuratore antimafia Piero Grasso... tutti gli eventi sono ad ingresso libero e gratuito.

lunedì 22 ottobre 2012

"RIPARTIAMO DAI SINDACI": LA MIA INTERVISTA A "GIOVENTU' ITACA"

Ecco la mia videointervista rilasciata qualche giorno fa a GIOVENTU' ITACA (vedi qui in sito web), laboratorio sociopolitico nato da un gruppo di ragazzi provenienti da diverse province del veneto al fine di costituire uno spazio per il confronto sulle tematiche giovanili. "Itaca" nasce anche allo scopo di farsi megafono per tutte quelle proposte che nasceranno dai commenti e dalle discussioni sul sito. Intanto ecco la mia intervista in merito alle azioni concrete del mio Comune, al momento politico attuale e alla nostra scelta di de-Equitalizzarci. Se il video non fosse visibile qui sotto, cliccare a questo link.

giovedì 18 ottobre 2012

LA SICUREZZA PRIMA DI TUTTO!


In relazione alla ricerca persona dispersa, attività di soccorso effettuata nella giornata di ieri da varie componenti degli Enti dello Stato e dal CNSAS, si desidera ringraziare la Telecom Italia per aver fornito in modo estremamente veloce la georeferenziazione della cella attivata dal cellulare del soggetto disperso e, soprattutto (è l'elemento maggiormente qualificante), la zona teorica interessata alla ricerca, connotata da un notevole restringimento dell'angolo di copertura telefonica e della distanza stimata tra cella ed apparato stesso.
Infatti, proprio in virtù di una specifica convenzione stipulata dal CNSAS a livello nazionale con la Telecom, atto che aveva avuto la propria formalizzazione a seguito di un un atteso provvedimento del Garante della Privacy del dicembre 2008 (una parte significativa ed un indiscusso ruolo lo hanno avuto il Cnsas Dolomiti Bellunesi ed alcuni Comuni della provincia nel promuovere l'iniziativa per garantire la localizzazione degli apparati cellulari in caso di eventi legati al pubblico soccorso), alcune ricerche sono state facilitate e conseguite con successo da parte dei vari operatori.

martedì 16 ottobre 2012

GIOVANI, SIATE BRUTALI E OTTIMISTI. DOVETE SOGNARE... ALCUNI CONSIGLI PER IL FUTURO

Sempre a proposito di giovani... 
Pubblico qui l'articolo apparso oggi 
sul Corriere della Sera 
che anticipa l'uscita del libro 
"Italiani di domani" di Beppe Severgnini. 
Credo ci siano alcuni consigli utili, 
sicuramente da leggere 
da parte di chi è giovane oggi 
ma anche di chi lo è già stato. 
Per leggere l'articolo cliccare sulla foto 

ISTITUZIONI LONTANE DALLA SCUOLA? BASTA CON LO SCARICABARILE, CI SI ASSUMANO RESPONSABILITA'...


“Stamattina, dopo aver letto le dichiarazioni del preside Zagallo sul giornale (clicca articolo a lato), sono andato io stesso a portargli una maglietta di Gioventù Attiva e a spiegargli l’impegno che molti suoi studenti portano avanti in paese e nel volontariato, evidentemente a sua insaputa. Purtroppo era assente ma siamo comunque riusciti a confrontarci telefonicamente”. Il sindaco di Calalzo Luca De Carlo, assieme all’assessore alle Politiche giovanili Antonio Da Col, risponde al preside dell'Istituto Fermi che oggi ha sostenuto l’assenza delle istituzioni nel proporre politiche per i giovani.
“Ciò che ha denunciato è tanto più grave – dice De Carlo – se si pensa che in tutte le Giunte comunali del territorio operano dei docenti, eccetto nella nostra, e non credo siano d’ostacolo a una collaborazione con la scuola, anzi. Per ciò che attiene a quanto dichiarato dal prof. Zagallo, gli ricordo che io personalmente sono stato invitato proprio dai ragazzi in autogestione e non dal preside, segno che i giovani sono molto più ‘frizzanti’ degli adulti. A loro ho parlato delle Politiche Giovanili del mio Comune, nelle quali sono attivi diversi studenti delle scuole superiori. Aggiungo inoltre che, viceversa, mai il preside è venuto in municipio a proporre progetti o collaborazioni; caso emblematico il Bando regionale per i Giovani, cui il Comune ha partecipato ottenendo un consistente finanziamento, e come noi anche diverse scuole. Non mi risulta che tra esse ci sia quella del prof. Zagallo, che non ha approfittato dell’opportunità. Alla luce di questo, sono le Istituzioni che dovrebbero lagnarsi perché la scuola non usa i fondi a disposizione… non il contrario”.

domenica 14 ottobre 2012

GIOVANI IN CADORE: NON DISPERDIAMO MA ALIMENTIAMO QUESTO PATRIMONIO!

Pubblico qui l'articolo uscito oggi sul Gazzettino con le mie dichiarazioni in merito all'indagine sui giovani condotta dal Rotary Cadore (cliccare sull'immagine per visualizzarla). E' una analisi interessante sulla situazione dei nostri ragazzi, che non crea più alibi a noi amministratori per dire che non sapevamo come la pensassero e di cosa necessitassero. A Calalzo, trattiamo da 3 anni le problematiche dei giovani grazie all'istituzione di un Assessorato dotato di fondi propri, che ha attivato progetti importanti come "Gioventù attiva" e "Gioventù protagonista", capaci di catalizzare l'impegno di decine di ragazzi del paese in specifiche iniziative progettate da loro o che hanno deciso di sostenere.
Il dato, emerso dall'indagine, secondo cui solo il 10% dei giovani si impegna nel volontariato, per fortuna non rispecchia la realtà di Calalzo, dove è costante e assiduo il loro coinvolgimento nelle iniziative e la conseguente dimostrazione di saperle portare avanti con passione. Basta guardare i bilanci delle amministrazioni per rendersi conto di quanto siano... "sbilanciati" verso le esigenze di fasce d'età diverse da quella giovanile, anche se non sono sempre i fondi a disposizione a dare indicazioni valide: a Calalzo portiamo avanti decine di operazioni a costo zero, grazie al volontariato e alle associazioni. La strada è lunga e il periodo difficile, ma noi amministratori non ci sottraiamo all'impegno. Il nostro municipio è sempre aperto alle idee e ai suggerimenti che vedono i giovani protagonisti.
Troppo facile che siano altri a proporre, a chiedere, a cercare soluzioni: noi vogliamo che i giovani possano presentare progetti e trovare in noi il sostegno per seguirli e farli attuare. Ribadisco ancora l'importanza di una Scuola di Amministrazione a livello cadorino, che sostituisca la vecchia educazione civica oggi non più di moda, ma che faccia comprendere ai ragazzi l'importanza di amministrare, con diritti ma anche doveri troppo spesso messi da parte. I nostri giovani, dove sono messi alla prova, sanno dimostrare il proprio valore... e allora sta a noi non disperdere ma alimentare questo patrimonio!

mercoledì 10 ottobre 2012

MONTI CI CONDANNA A EQUITALIA, LA RASSEGNA STAMPA

Ecco gli articoli in base alla mia denuncia sul fatto che Monti condanna ad altri 6 mesi di Equitalia i Comuni che ancora non hanno disdetto i contratti di riscossione. Per leggere gli articoli cliccare sulle immagini:
Corriere delle Alpi
Gazzettino di Belluno










Ieri si è occupata di Calalzo ed Equitalia anche REPUBBLICA. Pubblico qui sotto le tre pagine di articoli. Per leggerli cliccare sul link: - Pag. 1 - Pag. 2 - Pag.3
Qui il servizio di Antenna3 Belluno: