mercoledì 26 settembre 2012

CONVEGNO DI "AVVISO PUBBLICO", ECCO TUTTI I MATERIALI


Lo scorso giovedì 13 settembre a Calalzo Avviso Pubblico insieme a Legambiente Veneto ha organizzato un seminario di lavoro sul tema “L'onda grigia del cemento, tra malaffare e consumo di suolo”, a cui hanno partecipato, oltre a me, Andrea Campinoti presidente di Avviso Pubblico, Luigi Lazzaro presidente di Legambiente Veneto,  Damiano Di Simine responsabile consumo di suolo Legambiente, Aldo De Chiara magistrato, Matteo Cerruti avvocato, Tiziano Tempesta economista, Roberto Fasoli consigliere regionale, Franco Corradini assessore del Comune di Reggio Emilia e responsabile del "Gruppo Appalti" di Avviso Pubblico e Giovanni Fazzi, sindaco di Merlino e responsabile del "Progetto Urbanistica" di Avviso Pubblico. I lavori del seminario sono stati coordinati da Gianni Belloni, giornalista. 
A questo link trovate tutti i materiali, l'audio del mio discorso, le foto e i documenti forniti durante l'incontro. Prendetene visione ed ascoltare gli interventi, sono interessanti!

lunedì 24 settembre 2012

RINNOVIAMO IL PDL!

Il servizio di Antenna3 con le mie dichiarazioni sulla necessità di rinnovare il PDL (guardalo e scaricalo anche a questo link):

I RINGRAZIAMENTI DELL'HOCKEY PIEVE...

Ecco cosa appare da ieri nel sito dell'Hockey Pieve, per ringraziarci dopo la festa di sabato sera a Calalzo (il ricavato della quale andrà a contribuire alle attività giovanili della società). Siamo noi che dobbiamo ringraziare chi con passione fa svolgere attività sportiva ai nostri figli, per cui: GRAZIE HOCKEY PIEVE!
"Grazie Sindaco per le attenzioni che Lei rivolge da sempre al nostro movimento sportivo. La festa che ieri ha dedicato alla nostra associazione stata apprezzatissima. I bambini si sono divertiti sui gommoni gonfiabili, poi hanno ballato la baby dance ed infine si sono fatti dipingere il volto dalla bravissima truccatrice. Per gli adulti che si sono riversati in massa sotto il tendone adibito a mensa stato un ottimo motivo di per ritrovarsi insieme e discutere della nuova stagione che gi avviata. Infine, fatto per nulla trascurabile, Lei ha devoluto tutto il ricavato della giornata destinandolo al nostro movimento sportivo, questa iniziativa, in questo momento pi che in altri, veramente lodevole. Grazie da parte del Presidente e da tutta la dirigenza".

mercoledì 19 settembre 2012

BIOMASSE E INNOVAZIONE... VENERDI' IN SALA CONSILIARE

Una soluzione energetica innovativa 
per lo sfruttamento delle biomasse 
sarà illustrata venerdì
in sala consiliare. 
Ecco l'articolo 
del Corriere delle Alpi in merito, 
vi invito per quanto possibile 
a partecipare! 
Per leggere 
l'articolo ed ingrandirlo, 
cliccare sulla foto.

lunedì 17 settembre 2012

L'OCCASIONE DI RENZI E LE PRIMARIE A DESTRA

Il dibattito aperto da Renzi sulla necessità di rinnovamento non può non coinvolgere anche il centrodestra, tirato in ballo dal sindaco di Firenze che vede negli afferenti al Pdl diversi suoi potenziali elettori. 
Personalmente vorrei che le sue proposte coinvolgessero non solo l’anagrafe bensì anche i programmi, cosa di cui poco si sente parlare. Ma al di là di questo, l’interrogativo attuale è la possibile risposta del centrodestra alla sfida tra “vecchio” e “nuovo” a sinistra ma anche nella Lega, dove accanto al leader sono stati eletti solo 30enni e 40enni.
Renzi ha il merito, innegabile, di aver aperto un dibattito che non può non coinvolgere il Pdl, capace un anno fa di scegliere un giovane coordinatore nazionale la cui candidatura a premier oggi sembra decaduta a vantaggio di un 75enne che ormai ha fatto il proprio tempo. Non capirlo, a pochi mesi dal voto, è una cecità che porterà solo ad emorragia di consenso.

mercoledì 12 settembre 2012

IO, EQUITALIA E RENZI. LA MIA INTERVISTA A "LADYRADIO -LA RADIO VIOLA"

Da oggi anche il Comune di Firenze ha deciso di "licenziare" Equitalia per le sue riscossioni. Il sindaco Renzi ha accolto l'istanza dei consiglieri comunali Torselli (Pdl) e Semplici (Lista Galli), che citavano il "modello Calalzo" come esempio da seguire. Su questo tema oggi ho rilasciato un'intervista a LadyRadio, una importante emittente fiorentina: parlo di Calalzo, della nostra decisione di abbandonare Equitalia, di Attilio Befera, ma anche... del sindaco Renzi, che proprio domani sarà a Belluno. Potete ascoltare l'intervista in formato audio (anche scaricabile) cliccando qui.

martedì 11 settembre 2012

WELFARE COMUNALE IN ASSOLUTA CONTROTENDENZA!


Ne "Il Sole 24 Ore" di ieri è apparso l'articolo che vi propongo nelle foto a lato, o anche a questo link. Come si vede, per molti Comuni in crisi è oggi obbligatorio incrementare la pressione tributaria locale. In questo Calalzo è ancora in controtendenza: nonostante i continui e pressanti tagli dei trasferimenti da Roma (-143.000 euro per l'anno in corso!), noi abbiamo mantenuto i servizi a questi costi:
- SCUOLA MATERNA: 62 euro al mese
- TRASPORTO PULMINO: 75 euro all'anno 
- TASSA RIFIUTI: invariata, anzi, diminuita del 20% per le utenze domestiche nel bilancio di previsione 2013 (bolletta che i cittadini riceveranno a primavera) 
- IMU: applichiamo le aliquote minime al 4 per mille sulla prima casa e al 7.6 per mille sulla seconda.
Ma siamo andati oltre:
- Apertura del  DOPOSCUOLA: 40 euro alla settimana 
- BONUS BEBE' per i nuovi nati 
- BONUS LIBRI: 150 euro per le prime classi delle superiori e medie 
- BONUS TRASPORTO SCOLASTICO: per chi va a scuola lontano, una media di oltre 200 euro a ragazzo.

lunedì 10 settembre 2012

TORNA IL CONTRIBUTO PER IL TRASPORTO SCOLASTICO: RIDUCIAMO LO SVANTAGGIO DELLA VERA MONTAGNA RISPETTO AL BASSO BELLUNESE

Il Comune di Calalzo stanzia 5.000 euro per offrire alle famiglie degli studenti un contributo per l’acquisto di abbonamenti del trasporto scolastico. Il bonus è destinato ai residenti in paese, indipendentemente dal tetto di reddito, che frequentino un istituto superiore distante almeno 5 chilometri da Calalzo, e perciò abbiano sottoscritto un biglietto annuale o per più mensilità per il treno o la corriera. “Tolto un anno fa dalla Provincia per mancanza di risorse – sottolineano il sindaco Luca De Carlo e l’assessore alle Politiche giovanili Antonio Da Col –, ‘Unico Studenti’ viene oggi nuovamente ripristinato dal Comune con fondi propri. Crediamo infatti che soprattutto per le terre alte della provincia sia indispensabile colmare il gap con la parte bassa del Bellunese, meglio servita dal trasporto pubblico e a minor costo. Il contributo del Consorzio Bim è positivo, ma al Cadore servono ancora maggiori risorse proprio perché la montagna ‘vera’ è decisamente più svantaggiata rispetto ad altre aree della provincia. Perciò da parte nostra continuiamo in una politica sociale concreta, che nonostante la scarsità di fondi e le crescenti necessità dei nostri cittadini non lesina un sostegno alle famiglie e ai ragazzi in questo periodo di crisi. Finchè avremo risorse a disposizione, le utilizzeremo tutte per i calaltini; per l’anno prossimo, stante la riduzione dei trasferimenti dallo Stato pari a 143.000 euro, studieremo comunque come riorganizzare il welfare dando assoluta priorità alle necessità tangibili del paese”.

sabato 8 settembre 2012

IL VIDEO DI ANTENNA3 E L'ARTICOLO DE "IL GIORNALE" SU NAPOLITANO E LA NOSTRA PROTESTA

La mia protesta rispetto alla visita di Napolitano in Alto Adige, dove ha celebrato gli ormai assurdi accordi del 1946 di De Gasperi, è su "Il Giornale" di oggi. Ecco l'articolo (per leggerlo cliccare sulla foto):








Questo è invece il servizio di Antenna3 andato in onda ieri sera. Chi non visualizzasse il video può guardarlo direttamente dal mio canale Youtube cliccando qui:

venerdì 7 settembre 2012

RASSEGNA STAMPA: NAPOLITANO, E' ORA DI CAMBIARE

Gli articoli usciti oggi in merito alle mie critiche a Napolitano. Per leggerli cliccare sulle immagini.
L'Alto Adige
Corriere Veneto

Gazzettino Belluno











giovedì 6 settembre 2012

RISPONDO A NAPOLITANO: ORA DI CAMBIARE, ANCHE CHI CI GOVERNA DAL 1953


“La mia polemica sull’accordo del 1946, che dà all’Alto Adige una autonomia oggi assurda e anacronistica, non è in ritardo. La società è cambiata, l’economia del Paese è cambiata, e vanno cambiati anche certi accordi. Se qualcuno non se ne rende conto, forse è ora che se ne vada a casa, considerando il fatto che siede nei palazzi romani dal 1953. Massimo rispetto per l’istituzione, ma lo stesso rispetto lo pretendo per la mia gente”. E’ la dura reazione del sindaco di Calalzo Luca De Carlo dopo che oggi il capo dello Stato a Mestre ha bollato come “tardiva” la polemica sulla sua visita a Merano di ieri, in casa di chi disprezza il tricolore e l’Italia che pur garantisce una “specificità” eccessiva.
“Napolitano ieri ha assicurato a Durnwalder che non toccherà i loro privilegi – aggiunge De Carlo – gettando la maschera, finalmente, sulla sua volontà di far continuare le sofferenze del Cadore, stretto tra due autonomie che gli fanno concorrenza sleale. Caro presidente, nel 1946 non c’ero io e nemmeno mio padre, per questo è opportuno non restare ancorati a quel mondo. Dobbiamo cambiare tutto ciò che non interpreta più il progresso della società, e mi riferisco anche a coloro che da 60 anni se ne stanno a governare questo Paese. Politicamente, in conclusione, mi fa sorridere vedere che Napolitano difende a spada tratta gli accordi di De Gasperi, personalità da lui avversata in tutta la sua carriera politica. Come vede, presidente, la nostra polemica non è tardiva, ma a questo punto ci consola il fatto che tra pochi mesi il Quirinale ospiterà un nuovo Capo di Stato, che speriamo interpreti meglio di Napolitano l’evoluzione della società”.

LA RASSEGNA STAMPA: NAPOLITANO A MERANO, VERGOGNA!

Ecco gli articoli usciti oggi sulla visita di Napolitano a Merano, da me contestata. per leggerli cliccare sulle immagini. A questo link la risposta di Napolitano oggi a Mestre.
Corriere delle Alpi
Corriere del Veneto



Gazzettino nazionale
Gazzettino Belluno
Ecco anche i video (che si possono scaricare a questo link per quello di Rai3 e a questo link per Antenna3) dei servizi televisivi a riguardo:
video

video

mercoledì 5 settembre 2012

NAPOLITANO A MERANO, VERGOGNA CELEBRARE CHI DISPREZZA IL TRICOLORE!

Durnwalder e Napolitano
“Vedere il presidente della Repubblica che va a Merano a festeggiare i 40 anni di autonomia per l’Alto Adige, dopo che un anno e mezzo fa Durnwalder si rifiutò di celebrare l’unità di un Paese che pur gli concede anacronistici ed assurdi privilegi, è una assurdità che noi ‘vicini’ cadorini fatichiamo a comprendere. Non so di che ‘politica nuova’ voglia farsi portavoce Napolitano a Nordest, ma se questa è l’alba, meglio arrivi presto il tramonto”.
Così il sindaco di Calalzo Luca De Carlo riguardo alla visita del Capo dello Stato a Merano, “proprio in casa di chi il 17 marzo 2011 pronunciò queste parole: Nel 1919 non ci è stato chiesto se volevamo fare parte dello Stato italiano e per questo non parteciperò ai festeggiamenti. I sudtirolesi hanno sofferto molto tra gli anni Venti e gli anni Cinquanta, non vedo veramente giustificazioni per festeggiare questa ricorrenza. Durnwalder è libero di astenersi dal festeggiare chi gli dà da mangiare, ma da parte sua ci saremmo attesi che Napolitano rendesse il favore e venisse piuttosto in visita in Cadore. Un territorio stretto tra due Autonomie e destinato a pagare per tutti, anche per chi la bandiera nazionale la vorrebbe senza banda verde e che discrimina chi non parla italiano”.

IL CORAGGIO DI OSARE... L'ARTICOLO SULLA MIA PROPOSTA

Ecco
l'articolo
dal
Corriere
delle Alpi
di oggi
sulla
mia
proposta
per una
"rivoluzione
in Cadore"...
per leggerlo
cliccare
sulla foto.

martedì 4 settembre 2012

UNA "RIVOLUZIONE" PER IL CADORE. ECCOLA...

Quando cambia la società senza che le Istituzioni ne seguano il mutamento, avvengono le rivoluzioni. Basterebbe questa frase a spiegare il momento attuale. 
Abbiamo ereditato, non certo per nostra volontà, uno Stato elefantiaco ingessato dalla burocrazia che riversa i costi sui cittadini e genera il 94% del debito pubblico nazionale (il 6% è degli Enti locali). Uno stato di cui noi, amministratori attuali, siamo chiamati a ridisegnare l'architettura alla luce delle mutate condizioni della società. 
Ci vuole coraggio, lo stesso coraggio che 3 anni fa, in un momento di difficoltà dopo gli anni del bengodi, ci ha spinti a candidarci per cercare di migliorare Calalzo, per mettere mano nel nostro piccolo a quegli Enti che appesantiscono l'apparato pubblico. Ecco, in questo scenario io penso che dobbiamo ripartire mettendo al centro il cittadino, e non le rendite di posizione acquisite nel tempo. 
Dobbiamo concentrarci sui nuovi bisogni, per i quali serve costruire intorno all'uomo quella serie di Enti essenziali che ne soddisfano le richieste. Non abbiamo paura di cambiare!!! Se non l’avessimo fatto per quanto riguarda il Comune, mettendo mano al bilancio e facendo anche scelte per certi versi impopolari, oggi saremmo al fallimento, a causa dei tagli da Roma. Lo so, i cambiamenti generano sempre incertezza, ma è meglio essere protagonisti e artefici delle scelte decisive piuttosto che subirle.

RIECCO IL BONUS LIBRI!!! COME FARE PER AVERLO...


Torna anche quest'anno il Bonus Libri per le famiglie degli studenti che si iscrivono alle prime classi di medie e superiori.
Qui a sinistra il volantino, che si può ingrandire cliccando sull'immagine, mentre a questo link si scarica il modulo da compilare per inoltrare la domanda al Comune. Ricordo ai genitori di conservare scontrini e ricevute delle spese sostenute per l'acquisto dei testi scolastici, oltre che la lista dei libri adottati.

lunedì 3 settembre 2012

NUOVI PUNTI FUOCO A CALALZO. UNA RIFLESSIONE...


Ecco l'inizio dei lavori per ampliare e migliorare i nostri "punti fuoco". Due anni fa, quando avevo proposto di cominciare a far pagare per i servizi che offriamo per non continuare a vedere la montagna come la patria del "tutto dovuto e gratis", qualcuno aveva obiettato che sarebbe stato meglio prima migliorare l'offerta. Ed eccoci dunque alla realizzazione di un progetto che alla comunità di Calalzo costa 25.000 euro. E' giusto che questa spesa se l'accollino solo i cittadini di Calalzo oppure, almeno per la manutenzione, sarebbe corretto che vi partecipassero tutti quelli che godranno del servizio? Io credo che sia giusto che chi userà queste strutture debba anche contribuire economicamente alla loro manutenzione. Studieremo le forme e le modalità, ma non vedo altra via per continuare ad aumentare i servizi.

PROVINCIA, LE MIE DICHIARAZIONI SUL GAZZETTINO

Ecco l'articolo apparso 
sul Gazzettino di ieri 
riguardante l'incontro dei sindaci 
e dei consiglieri regionali 
per la sopravvivenza dell'Ente Provincia. 
Vi sono riportare le miei dichiarazioni 
postate proprio su questo blog. 
Per leggere l'articolo cliccare 
ed ingrandire l'immagine.

domenica 2 settembre 2012

EQUITALIA: GLI ARTICOLI DEL "CORRIERE VENETO" DI OGGI

Sempre
più Comuni
si stanno liberando
di Equitalia
in previsione
dell'obbligo
per legge
dal gennaio 2013.
Ecco l'articolo
del Corriere del Veneto
di oggi
che cita
il caso-Calalzo
tra i "pionieri"
in Veneto.
Per leggerlo
cliccare
sulla foto,
oppure
scaricare
il pezzo
cliccando a questo link.