venerdì 30 luglio 2010

ORDINANZA URGENTE PER LO SFALCIO DI AREE VERDI PRIVATE


Una vipera uccisa lunedì nel centro abitato del paese ha fatto scattare a Calalzo la preoccupazione delle famiglie con bambini che si trovano a camminare lungo strade e prati. Nasce da queste motivazioni l’ordinanza, firmata ieri dal sindaco Luca De Carlo in linea con quanto stabilito ad esempio dal municipio di Sappada, che impone ai proprietari di siepi, terreni incolti, aree erbose di effettuare lo sfalcio degli stessi con estrema urgenza, cioè entro il 14 agosto, pena sanzioni amministrative da 150 euro l’una e l’addebito ai privati delle eventuali operazioni di pulizia compiute dal Comune. “Il decoro del paese è fondamentale per i turisti ma indispensabile per garantire la sicurezza dai morsi di zecche e vipere – dichiara De Carlo -. Vogliamo che i nostri bambini possano giocare liberamente senza rischio di incidenti. L’aver trovato e ucciso una vipera di grandi dimensioni che girava per il paese è un episodio, ma non possiamo non considerare che il rischio c’è. Il comune sul tema ambientale sta facendo la sua parte ed oggi diventa fondamentale richiamare all’ordine anche il privato che magari trascura le zone verdi delle proprietà mettendo a repentaglio la salute di tutti”. Attualmente, in alcune aree prative del territorio di Calalzo non sempre sono eseguiti con sollecitudine gli sfalci dell’erba e le potature di siepi ed alberi, “diventando – prosegue De Carlo – habitat ideale per la proliferazione di insetti ed animali come appunto zecche e vipere”. L’ordinanza impone quindi di provvedere alla pulizia della vegetazione incolta entro il 14 agosto e in generale almeno una volta durante la stagione estiva, con estrema urgenza nel caso di arbusti e sterpaglie cresciuti in prossimità di strade comunali o vicinali e di zone pubbliche. “Questo – dice il primo cittadino – vale per i proprietari delle aree verdi, per gli amministratori di stabili con giardini, per i responsabili di cantieri edili e stradali, per gli albergatori e ristoratori: entro il 14 agosto dovranno estirpare le sterpaglie e ridurre le siepi ed anche i rifiuti, riducendo rischi di incendio e che prati e giardini diventino habitat di vipere e zecche ed operando immediatamente interventi che ripristinino il corretto decoro urbano durante la stagione turistica”. L’ordinanza, che prevede sanzioni pari a 150 euro, è esecutiva da ieri e resa pubblica mediante l’albo pretorio, il portale del Comune, il blog e il profilo Facebook del primo cittadino.

mercoledì 28 luglio 2010

“LUOGHI DEL CUORE” FAI: VOTATE LAGOLE PER PRESERVARNE L’INTEGRITA’ E IL VALORE IDENTITARIO

Chi l’ha vista almeno una volta, nel silenzio di un bosco su cui ancora si raccontano leggende e si rievocano i lavacri di splendide ragazze celtiche, può ben eleggera a “Luogo del cuore”. Anche per questo Lagole e la sua polla sulfurea da cui si origina uno specchio d’acqua trasparente che porta il nome di “Laghetto delle tose”, sono l’immagine ideale per il Quinto Censimento indetto dal FAI (Fondo per l’Ambiente Italiano) per tutelare e “salvare” le località più suggestive o di valore del Paese. “I luoghi del cuore” quest’anno porta come logo il volto di Garibaldi e il motto “Lui l’ha unita, tu puoi salvarla”. Per votare c’è tempo ancora per poche settimane: il 30 settembre scadranno i termini per segnalare al portale www.iluoghidelcuore.it il proprio “bene” ambientale, storico o paesaggistico da tutelare, con la possibilità che il FAI ne finanzi la sistemazione e la promozione.
Perciò oggi il sindaco di Calalzo Luca De Carlo lancia un appello: “Chiedo di cliccare il sito www.iluoghidelcuore.it e di segnalare Lagole in massa. Voglio specificare che il nostro non è un bene da salvare, perché il laghetto delle Tose e in generale quell’area non sono compromessi o coperti di rifiuti, come altri segnalati al FAI dagli italiani. Ma proprio per questo, perché Lagole è da tutelare nell’integrità originaria pur nella disponibilità di residenti e turisti, chiedo di darci il voto e di diffondere questo appello ad amici e a persone che magari qui ci sono stati anche solo per un picnic. Dando voce alla bellezza di Lagole, ne assicuriamo il futuro e possiamo dichiarare di volerla intatta per generazioni così com’era 2500 anni fa, al tempo degli antichi veneti. Ciò che peraltro conta, in questo Censimento, è che da regolamento il FAI si impegna a intervenire sui beni che riceveranno il maggior numero di segnalazioni, sostenendo le azioni di recupero, tutela e valorizzazione promosse sul territorio. Peraltro per alcuni Luoghi del Cuore che avranno ricevuto il maggior numero di segnalazioni, saranno messi a disposizione contributi economici, com’è successo alcuni anni fa per lo storico convento delle suore di Vittorio Veneto”.

venerdì 23 luglio 2010

SINDACO E ASSESSORE "SPAZZINI"... SU "IL VENERDI' DI REPUBBLICA"!


L'iniziativa mia e dell'assessore Da Col di pulire le strade con la spazzatrice nei weekend estivi riscuote successo sui media nazionali: questo il pezzo uscito su "Il Venerdì" di Repubblica di oggi 23 luglio. Per leggere la pagina basta cliccare sull'immagine qui a fianco e visualizzarla o stamparla ingrandita.

giovedì 22 luglio 2010

LA FESTA DI LAGOLE SU "LA PADANIA" DEL 22 LUGLIO


L'annuncio di "Lagole Venetica", la festa degli antichi veneti che si terrà sabato e domenica prossimi a Calalzo, è stato pubblicato anche da "La Padania" di oggi, 22 luglio. Ecco la pagina (per visualizzarla e leggerla, cliccare sulla foto a sinistra e salvarla o stamparla).



FESTA DI LAGOLE, DA COL: “RAGAZZI, USATE IL NIGHTBUS. DIVERTITEVI NEL MODO GIUSTO MA E' ASSURDO RISCHIARE LA VITA"

“Ragazzi, divertitevi sabato notte a Lagole ma poi prendete il Nightbus”. L’appello arriva dall’assessore alle politiche giovanili del Comune di Calalzo Antonio Da Col, nell’approssimarsi dell’evento “Lagole venetica”, festa celtica che sabato e domenica porterà centinaia di persone in riva all’antica sorgente curativa. “Siccome la nostra opinione è che i divieti fine a se stessi siano assurdi e poco producenti – dichiara Da Col -, abbiamo preferito mettere a disposizione dei giovani uno strumento che vada nella giusta direzione: quella dell’educazione alla sicurezza stradale pur nella giusta tolleranza del divertimento notturno. Per la prima volta, il Nightbus partito lo scorso weekend è diventato iniziativa comprensoriale di 10 amministrazioni comunali cadorine. Perciò il servizio quest’anno è stato ampliato lungo tutta la tratta da Cortina ad Auronzo e viceversa. Il mio appello ai ragazzi, nell’occasione della festa di Lagole, è che ne fruiscano in massa dopo essersi divertiti”. Il Nightbus, ricorda Da Col, transita a Calalzo sia in direzione Auronzo che verso Cortina. Sabato sera partirà da Auronzo alle 20.30 con arrivo in stazione a Calalzo alle 21; ritorno all’1.58 da Calalzo ed arrivo ad Auronzo alle 2.28. Da Cortina partirà invece alle 20.30 con arrivo a Calalzo alle 21.28; il ritorno dalla stazione sarà all’1.30 con arrivo in Ampezzo alle 2.23. Gli orari anche delle soste intermedie sono pubblicati sul sito http://www.comune.calalzo.bl.it/.
(Qui sopra, il servizio pubblicato da "Il Gazzettino di Belluno" del 23 luglio. Per leggere l'articolo, cliccare sull'immagine e stamparla)

venerdì 16 luglio 2010

GLI ANTICHI VENETI RITORNANO A LAGOLE IL 24 E 25 LUGLIO!!!




E' la celebrazione della presenza degli antichi Veneti (Venetkens) nel territorio di Calalzo. Ecco il programma. SABATO 24 LUGLIO: ore 10.00 laboratori di scavo; ore 13.00 scene di vita di campo; ore 16.00 visite guidate, lancio col giavellotto, lancio dell'ascia, antichi mestieri; ore 20.00 apertura dello stand gastronomico e del chiosco con musica, ore 20.30 duelli rituali venetici. DOMENICA 25 LUGLIO: ore 10.00 scene di vita di campo, ore 11.30 duelli rituali, dalle ore 12.00 stand gastronomico e chiosco con musica.
La festa, patrocinata dalla Regione del Veneto, è realizzata dal Comune di Calalzo e dal Gruppo Natura e Sport con l'organizzazione dell'associazione Venetia Victrix. L'evento si svolge presso l'abitato di Lagole, a ridosso del lago Centro Cadore, dove secondo la tradizione si insediò un antichissimo nucleo di genti venetiche le cui testimonianze sono visibili ancora oggi.

NIGHTBUS IN CADORE, ECCO GLI ORARI. SI PARTE SABATO 17 LUGLIO

Ecco gli orari definitivi del NIGHTBUS che da sabato prossimo 17 luglio transiterà da Cortina ad Auronzo e da Auronzo a Cortina attraverso 10 comuni del Cadore e dell’Ampezzo alleati contro il rischio di incidenti nelle notti dei weekend estivi. Il Bus effettuerà le tradizionali fermate delle corriere anche a Borca, Vodo, San Vito, Valle, Pieve, Calalzo, Domegge, Lozzo.

“Invito tutti i nostri ragazzi – dichiara il sindaco di Calalzo Luca De Carlo – ad approfittare di questo servizio per i fine settimana estivi. E’ assurdo volersi divertire e poi mettere in gioco la vita in auto. In questo senso ci siamo consorziati noi Comuni del Cadore e dell’Ampezzo, dando un servizio comprensoriale e di attenzione per i giovani ad un prezzo, per loro, decisamente favorevole”. Il biglietto per il Nightbus infatti è a tariffa ridotta proprio per venire incontro alle esigenze dei giovanissimi. Il Nightbus partirà dal prossimo sabato 17 luglio, e sarà attivo anche il 24 e il 31. In agosto, le corriere transiteranno nei venerdì 6, 13 e 20, e nei sabati 7, 14, 21 e 28. Le corse partiranno alle 20.35 e all’1.25 da Cortina per Auronzo, e alle 21 e all’1.25 da Auronzo per Cortina.

(cliccando sull'immagine si può scaricare la versione stampabile ed ingrandita)

giovedì 15 luglio 2010

STUNT CARS SABATO A CALALZO!

Sabato prossimo 17 luglio grande rassegna di auto a Calalzo, in piazzale della Stazione e in piazza IV Novembre! Il programma prevede alle 14.30 un'esibizione di guida acrobatica presso la stazione ferroviaria, e alle 16.30 davanti all'ex macello una gara di modellini radiocomandati a scoppio. Non perdetevi l'appuntamento, spettacolare per tutti!

mercoledì 14 luglio 2010

DA SABATO 17 LUGLIO PARTE IL NIGHTBUS PER TUTTI I WEEK-END DA CORTINA AD AURONZO. I COMUNI DEL CADORE UNITI PER LA SICUREZZA STRADALE.


Nove comuni del Cadore e dell’Ampezzo alleati contro il rischio di incidenti nelle notti dei weekend estivi, uniti a favore dei giovani che dopo aver trascorso ore in locali o feste si mettono in auto magari ubriachi o alterati. Partirà il prossimo sabato, 17 luglio, il “NightBus” in tutto il Cadore, “grazie – spiega il sindaco di Calalzo Luca De Carlo – allo sforzo anche economico ed organizzativo di nove comuni dell’area, e grazie all’impegno del primo cittadino di San Vito Andrea Fiori che ha lanciato l’idea e ha coordinato i 9 Comuni cadorini per portarla a termine”. Il Bus muoverà da Cortina verso Auronzo e ritorno, effettuando le tradizionali fermate delle corriere anche a Borca, Vodo, San Vito, Valle, Pieve, Calalzo, Domegge, Lozzo. Non verrà “saltato” nemmeno il territorio di Pieve di Cadore, “nonostante – dice De Carlo – l’amministrazione abbia deciso di non aderire per motivi economici. Ma non possiamo privare i giovani di Pieve del Nightbus per una scelta del sindaco, dato che la sicurezza, stradale e non, è senza dubbio uno dei primissimi obiettivi che a livello comprensoriale ci siamo posti per il Cadore”.
Ai municipi questa iniziativa costa dai 615 agli 800 euro a testa, ma a rendere più leggero l’impegno di spesa è arrivato il contributo dalla Regione Veneto e dalla Provincia di Belluno, che ha offerto l’affitto dei pullman a tariffa agevolata per le amministrazioni locali. “Invito tutti i nostri ragazzi – prosegue De Carlo – ad approfittare di questo servizio per i fine settimana estivi. E’ assurdo volersi divertire e poi mettere in gioco la vita in auto. In questo senso ci siamo consorziati noi Comuni del Cadore e dell’Ampezzo, dando un servizio comprensoriale e di attenzione per i giovani ad un prezzo, per loro, decisamente favorevole”. Il biglietto per il Nightbus infatti è a tariffa ridotta proprio per venire incontro alle esigenze dei giovanissimi. Il Nightbus partirà dal prossimo sabato, 17 luglio, e sarà attivo anche il 24 e il 31. In agosto, le corriere transiteranno nei venerdì 6, 13 e 20, e nei sabati 7, 14, 21 e 28. Le corse partiranno alle 20.35 e all’1.25 da Cortina per Auronzo, e alle 21 e all’1.25 da Auronzo per Cortina.
Gli orari esatti saranno affissi alle fermate delle corriere Dolomitibus, e pubblicati sui portali delle amministrazioni locali e della Provincia (per Calalzo www.comune.calalzo.bl.it), sulle bacheche in municipio, “e sul mio profilo Facebook oltre che sul blog sindacodicalalzo.blogspot.com accessibile anche dal sito del Comune”, conclude De Carlo.

lunedì 12 luglio 2010

PULIAMO LE NOSTRE STRADE... GRAZIE AI MIEI CITTADINI PER L'APPREZZAMENTO!

L'iniziativa mia e dell'assessore Da Col per la pulizia delle nostre strade anche la domenica e nei festivi ha riscosso grande apprezzamento sia sui media (Gazzettino nazionale e di Belluno, Corriere delle Alpi, Ansa, Rai3, Telebelluno, Radio Capital tra gli altri...), ma anche presso i cittadini di Calalzo. Credo sia giusto che per il decoro della nostra città gli amministratori si adoperino primi tra tutti e di persona anche in giorni tradizionalmente di riposo. Come ho detto alla stampa, non siamo eroi, ma un sindaco e un assessore che considerano il loro mandato un servizio ai residenti e ai turisti di Calalzo, nonostante da più parti si continui a sostenere che la politica nei piccoli comuni è un costo gravoso per lo Stato.
Grazie a tutti!
Il sindaco Luca De Carlo

COMUNI:NEL BELLUNESE SINDACO-'SPAZZINO' PULISCE STRADE PAESE
(ANSA) - BELLUNO, 11 LUG - Sindaco ma, alla bisogna, anche 'spazzino'. Puntuale come promesso, alle 7 di questa mattina il primo cittadino di Calalzo Luca De Carlo è salito sulla macchina spazzatrice e insieme all'assessore alle Politiche giovanili Antonio Da Col ha pulito le strade del suo paese. Il sindaco ha cominciato così questa domenica d'estate e lo farà per tutti i week end di luglio e agosto, quando gli operatori, come da contratto, osservano il turno di riposo. Ha deciso di ripulire personalmente le strade di Calalzo per mantenere il decoro del proprio paese risparmiando: "Non potendo pagare gli operatori più del dovuto, provvediamo direttamente noi - spiega De Carlo - Non siamo eroi, siamo gente abituata a mettersi a disposizione. I tanti turisti di Calalzo e i miei concittadini hanno bisogno di strade pulite anche nei giorni di festa". Per imparare a usare la spazzatrice ha seguito un corso di 'perfezionamento', ma per il sindaco di questo paese del Cadore darsi da fare concretamente è anche un modo di rispondere a chi, "con un certa demagogia", punta il dito contro i costi della politica anche nei piccoli Comuni: "Per il mio incarico di primo cittadino prendo 1.020 euro al mese, mentre l'assessore ha un compenso di 64 euro al mese. Se questi sono i costi..'. (ANSA).

sabato 10 luglio 2010

SINDACO E ASSESSORE PULISCONO LE STRADE.... IL SERVIZIO DI RAI3 VENETO TRASMESSO IL 10 LUGLIO!!!

video

SINDACO E ASSESSORE A “SCUOLA” DAI DIPENDENTI: “GARANTIREMO PULIZIA DELLE STRADE ANCHE NEI FESTIVI”


Il Comune non può permettersi di pagare gli operatori ecologici per pulire il paese anche nei giorni festivi? Rimediano sindaco ed assessore, che “prendono lezioni” dai loro dipendenti per imparare a guidare i mezzi da lavoro e, garantiscono, “ogni domenica mattina all’alba saremo in strada sulle spazzatrici, perché Calalzo sia decorosa sette giorni su sette, non solo quando le casse comunali possono permetterselo”.
L’iniziativa, quanto mai singolare, è del primo cittadino calaltino Luca De Carlo, che approssimandosi la stagione turistica (“nella quale – ricorda – il numero dei residenti raddoppia”) ha deciso di assicurare il decoro del paese anche la domenica e nei giorni festivi, quando cioè il contratto con i dipendenti comunali deputati alla pulizia di strade e piazze non ha effetto. Da qui l’idea, messa in piedi assieme all’assessore Antonio Da Col, “di imparare ‘il mestiere’ da chi quei mezzi li manovra tutti i giorni, per non far mancare a cittadini e turisti un paese decoroso quando i nostri dipendenti sono a riposo”, spiegano De Carlo e Da Col.
A prendere ‘lezioni’, assicurano, hanno già cominciato. E già domani, domenica 11 luglio, i residenti calaltini vedranno il loro sindaco e il loro assessore al volante delle spazzatrici alle prime ore della mattina, “per far sì – dicono – che il paese sia pulito quando arrivano i turisti o quando i nostri cittadini si alzano nel giorno di festa”. L’amministrazione di piazza IV Novembre, insediatasi esattamente un anno fa, non è nuova ad iniziative che puntano alla pulizia e al decoro urbano: è di fine gennaio l’ordinanza che vieta non solo i graffiti sulle pareti di case ed edifici pubblici, ma anche ogni attività di affissione manifesti e volantinaggio pubblicitario al di fuori degli spazi deputati, pena sanzioni amministrative fino a 500 euro. “Questa disposizione – conclude De Carlo – è stata fondamentale e nel tempo ha già raccolto i primi risultati e naturalmente grande consenso presso i calaltini”.
L'iniziativa è stata ripresa dai quotidiani locali e regionali di oggi (nella foto, la prima pagina de "Il Gazzettino" nazionale e bellunese), da Telebelluno e da Rai3 Veneto.
Questo il lancio ANSA diffuso oggi alle 13.47 dall'Agenzia Nazionale:

CRO:DOMANI SINDACO NEL BELLUNESE PULISCE STRADE PAESE - 2010-07-10 13:47
(ANSA) - CALALZO (BELLUNO), 10 LUG - Sindaco e assessore in piazza domani mattina alle 7 per la pulizia delle strade. Chiuso oggi il 'corso' di perfezionamento sull'uso della macchina, il primo cittadino di Calalzo Luca De Carlo, assieme al collega di giunta, di buon mattino ... Mostra tuttosalirà sulla spazzatrice e comincerà la pulizia e la raccolta del rifiuti stradali. "Oggi abbiamo fatto l'ultima fase di preparazione e domani mattina prima uscita con la spazzatrice. Non siamo eroi - spiega De Carlo annunciando il suo prossimo battesimo come 'operatore' per la pulizia delle vie cittadine - siamo gente che nei paesi piccoli è abituata a mettersi a disposizione. E' un lavoro di mezzora e che possiamo fare; non è una cosa pesante". A far muovere gli amministratori è stata la considerazione, sottolinea De Carlo, "che i tanti turisti e i concittadini hanno bisogno di strade pulite anche nei giorni di festa. Quindi per il periodo estivo, in considerazione che specie alla domenica i dipendenti addetti sono di riposo come previsto dagli accordi, con la spazzatrice usciamo noi". Il sindaco evidenzia che il darsi da fare concretamente è anche una risposta a chi crede "con una certa demagogia che nei paesi piccoli ci siano i costi della politica. Per il mio incarico di primo cittadino prendo 1020 euro al mese, mentre l'assessore ha un compenso di 64 euro al mese. Se questi sono i costi..'. (ANSA).

giovedì 8 luglio 2010

CAMPEGGIO AIARNOLA (25 LUGLIO - 5 AGOSTO): ISCRIZIONI ANCORA APERTE!!!



Come riporta "Il Gazzettino" di oggi, sono ancora aperte le iscrizioni per il campeggio in Aiarnola dal 25 luglio al 5 agosto. L'iniziativa in malga torna dopo una lunga assenza quest'anno, fortemente voluta dall'Assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Calalzo. Per info sul campeggio dell' Aiarnola, cell. 329-1127328.

mercoledì 7 luglio 2010

INAUGURATA LA "STAZIONE DOLOMITI", UNA PORTA SULLE MONTAGNE PIU' BELLE DEL MONDO


(da "Il Corriere delle Alpi", 5 luglio 2010) «Con l’inaugurazione di “stazione Dolomiti” », ha affermato Barbara Paolazzi, aprendo la cerimonia d’inaugurazione della struttura di Caralte, «il Cadore celebra l’uscita ufficiale dalla monocoltura dell’occhiale e il suo ingresso nell’industria turistica. Un’iniziativa che solo la caparbietà di un privato, Pietro Carrara, ha reso possibile in così poco tempo». “Stazione Dolomiti” è una struttura divisa in tre settori che rimarranno aperti dalle 9 alle 19 di tutti i giorni. Nel primo settore, che s’incontra entrando a sinistra, c’è un ufficio informazioni turistiche; sulla destra l’ufficio guide alpine; nel resto dell’ampia struttura, completata da un vistoso soppalco, un fornitissimo magazzino di attrezzature sportive e di abbigliamento. L’inaugurazione è stata una cerimonia semplice, come s’addice ad una realtà rivolta verso i giovani e che deve intercettare i viaggatori che transitano a pochi metri lungo l’Alemagna. Un ruolo che è stato messo in risalto dal sindaco di Perarolo, Pierluigi Svaluto Ferro, per il quale l’inaugurazione della struttura è stata come «aprire una porta sulle montagne più belle del mondo, nel cuore delle Dolomiti», ha commentato, «uno spettacolo che è ancora troppo poco conosciuto e che per questo ha la necessità di poter contare su messaggi positivi forniti dai media». Alla presentazione della struttura da parte del sindaco di Perarolo, ha fatto seguito l’intervento del presidente della Provincia, Gianpaolo Bottacin, che ha cercato di analizzare i motivi per i quali il 70% dei turisti che trascorrono le vacanze in Cadore non ritorna l’anno successivo. «Quì, in questa nuova struttura», ha affermato, «è possibile vedere tutto quanto riguarda la provincia di Belluno. Sarà allora forse necessario allargare la visione globale e lavorare maggiormente insieme, stringendo una sinergia sempre più forte tra pubblico e privato». Su questa linea si è espresso anche Matteo Toscani, vicepresidente della Regione Veneto, che si è detto convinto che "se non ci fosse stato il privato ad assumere la gestione, il pubblico in questi pochi mesi avrebbe esposto solo un cartello di lavori in corso; Pietro Carrara, invece, il titolare della Viking, in pochi mesi ha fatto i salti mortali". Stupefatto della bellezza della struttura anche Giovanni Piccoli, presidente del BIM, che dopo aver assicurato gli enti presenti sulla disponibilità del BIM a sostenere iniziative di questo tipo quando «sono inserite in approccio sistematico», ha evidenziato la necessità che in tutto ciò che viene realizzato in provincia siano utilizzate le nuove tecnologie, le sole in grado di battere la concorrenza nel turismo.

lunedì 5 luglio 2010

GRANDE SUCCESSO PER IL SECONDO MEMORIAL "BRUNO BARAN DEL MONEGO"



Grande successo per la seconda edizione del memorial "Bruno Baran Del Monego" a Calalzo. La manifestazione, replicata quest'anno dopo l'esordio nel 2009, ha raccolto oltre 60 iscritti, impegnati in un torneo di ping pong. Alle premiazioni, sabato 3 luglio, è intervenuto anche il presidente della Provincia di Belluno Gianpaolo Bottacin, assieme al sindaco di Calalzo Luca De Carlo.

(a destra, una foto dell'evento)

giovedì 1 luglio 2010

LA GIUNTA PROVINCIALE RIUNITA A CALALZO!

30 giugno 2010 - La Giunta provinciale itinerante si è riunita a Calalzo. In municipio il sindaco Luca De Carlo ha accolto il presidente della Provincia Gianpaolo Bottacin e gli assessori, che sono stati "salutati" dai ragazzini partecipanti al Camp 2010.